Panem, Binu et Circenses, secondo lavoro discografico delle Lame

Panem, binu et circeses

Panem, binu et circenses è il titolo del secondo lavoro discografico delle Lame a foglia d’oltremare. La band oristanogliastrina fa appello a un’antica locuzione latina per irridere, sorridere e ammonire.

Una società mercificata dalle etichette

Nel cd si raccontano i sentimenti di una società mercificata dalle etichette, e sono messe in musica le prodezze di grandi imperatori, che per dissuadere il popolo dai loro infidi intenti, elargiscono illusioni e oscenità. Il cd contiene nove brani in lingua sarda, italiana, inglese e napoletana. Si conferma la volontà della band di spaziare tra le diverse culture musicali e linguistiche, allontanandosi da cliché e percorsi tradizionali.

Le tappe del secondo album delle Lame

La presentazione del nuovo cd delle Lame a foglia d’oltremare è fissata per venerdì 21 dicembre 2012 a Cagliari. Alle ore 11, all’University Rock Café di via Caprera 19, è prevista la conferenza stampa e l’aperitivo con i giornalisti, modera Alessio “Su Maistu” Mura. Alle 22:30, il concerto delle Lame a foglia d’oltremare al Movida, in viale Trieste 86. I due appuntamenti sono inseriti nella rassegna Alle Radici – Piccola Rassegna Culturale, organizzata dall’Associazione Culturale Roots.

Sabato 22 alle ore 18 è la volta del Vecchio Mulino, in via Frigaglia 5 a Sassari. La band presenta il cd in compagnia di Giovanni Salis e Giacomo Crobe, alternando il dibattito con i brani live del nuovo repertorio.

La terza tappa del tour di presentazioni è prevista per giovedì 27 dicembre a Lanusei. Il gruppo presenta il nuovo lavoro discografico alle 18 nella Biblioteca Comunale “Angelino Usai”, modera il dibattito Loredana Rosa. Alle 21:30, al Teatro Tonio Dei, il concerto delle Lame a foglia d’oltremare.

L’ultimo appuntamento è previsto per venerdi 28 dicembre alle 21 al Teatro Civico di Terralba, in Piazza Libertà 1. Il concerto sarà presentato dall’assessore alla cultura Stefano Siddi.

Un lavoro autoprodotto, ricco di collaborazioni

Come in occasione del primo cd Lame a foglia d’oltremare uscito nel 2008, la band si ripresenta al pubblico isolano e nazionale con un lavoro autoprodotto. La grande novità è invece la collaborazione con artisti del panorama sardo, bolognese e romano: Rossella Faa, Alessio “Su Maistu” Mura e Andrea “Lepa” Mura dei Balentia (Sardegna), Sabrina Coda e Tzacatal (Roma), Sebastian Mannutza e le percussioni afro‐brasiliane dei Marakatimba (Bologna).

Le registrazioni del cd Panem, binu et circenses sono state curate da Lorenzo Lepori e Alberto Coda, il mixing è di Antonio “Cooper” Cupertino (Kashmir Studio di Milano), il mastering di Giovanni Versari (La Maestà Studio di Tredozio, Forlì). Le illustrazioni e la grafica hanno la firma di Valentina Russello.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *